Si riparte!!!

Nella suggestiva e significativa cornice del vulcano della Solfatara di Pozzuoli, cuore dei “Campi Ardenti”,  il 17 giugno 2013 è stata presentata l’VIII edizione di Malazè.

Dal prossimo 7 e fino al 17 settembre 2013 i Campi Flegrei saranno di nuovo invasi da Malazenauti ansiosi di conoscere, comprendere, godere e capire questo splendido territorio.

Un territorio unico al mondo per diversificazione dell’offerta turistiche, enogastronomiche e dall’incredibile concentrazione di testimonianze del passato, antico e recente. Un posto dove trovare tutto ciò di cui si ha voglia.

Malazè in questi anni ha mirato a sensibilizzare, in primis, gli abitanti dei Campi Flegrei per poi rivolgersi all’esterno e coptare turisti, appassionati e curiosi che potessero innamorarsi anche loro di questi luoghi e divenirne ambasciatori. Un successo, questo, nel format di Malazè, che deve gran parte del merito all’entusiasmo di tutti coloro collaborano alla riuscita della manifestazione: associazioni culturali, albergatori, ristoratori, vitivinicoltori, ecc. Ci si aspetta un’ulteriore crescita sin dalla prossima edizione.

In una interessante tavola rotonda, presieduta dal giornalista Luciano Pignataro, l’esperienza di Malazè si è confrontata con altre manifestazioni che, analogamente, sono partite da zero e che oggi sono delle solide realtà del panorama campano e nazionale: Le Strade della Mozzarella raccontato da Albert Sapere (che ne è l’ideatore inseme a Barbara Guerra), Anteprima Taurasi narrato da Diana Cataldo (che ne divide la maternità con Massimo Iannaccone) e Wine & the City piacevolmente descritto da Donatella Bernabò Silorata, che ne è ideatrice e instancabile animatrice.

Dalle storie dei protagonisti sono emersi molti tratti comuni: zero contributi pubblici, molta voglia di fare, tanta selezione da effettuare e tanto veleno da ingoiare. Però, grazie al loro lavoro, oggi la Campania può vantare dei format, rigorosamente “politically free”, che vengono imitati dovunque, non solo nel nome ma anche nei contenuti.

Al termine del dibattito il presidente di Malazè, Rosario Mattera, con la solita energetica enfasi, ci ha illustrato brevemente gli eventi, i cui dettagli e il calendario saranno resi noti a breve.

Subito dopo l’incontro la festa si è spostata all’interno del cratere della Solfatara, dove numerosi chef, flegrei e non, hanno deliziato gli intervenuti con le loro preparazioni, accompagnate, rigorosamente, da vini DOC flegrei Piedirosso e Falanghina. Sono intervenuti:

Cantine: Cantine Babbo (Scalandrone, Pozzuoli), Iovino Antonio (Solfatara, Pozzuoli), Tenuta Matilde Zasso (Contrada La Schiana, Pozzuoli), Contrada Salandra (Coste di Cuma, Pozzuoli), Cantine dell’Averno (Lago d’Averno, Pozzuoli), Azienda Agricola Piscina Mirabile (Cento Camerelle, Bacoli), Cantine Farro (Fusaro, Bacoli), La Sibilla (Fusaro, Bacoli), Cantina del Mare (Cappella, Monte di Procida), Cantine Carputo (la Viticella, Quarto), il Cellaio (Quarto), Cantine Grotta del Sole (Quarto), Quartum (Quarto), Il Quarto Miglio (Quarto), Varriale (Posillipo, Napoli), Cantina Agnanum (Agnano, Napoli), Cantine Astroni (Agnano, Napoli), Masseria del Borro (Agnano, Napoli), Colle Spadaro (Pianura), il Castello (Marano), Cantine Federiciane (Marano), Cantina Vigne Flegree (Marano).

Ristoranti: Abraxas (Pozzuoli), Dal Tarantino (Pozzuoli), Locanda Santò (Pozzuoli), Il Capitano (Pozzuoli), Fish & Fruit (Pozzuoli), Il Rudere (Pozzuoli), La Bifora (Bacoli), Capo Blu (Bacoli), La Marchesella (Giugliano in Campania), La Figlia del Presidente (Napoli).

Aziende Gastronomiche: Sciardac (Bacoli), Dolci Momenti (Pozzuoli), Distillati Petrone (Napoli), Cooperativa Le Lazzarelle (Casa Circondariale Femminile Pozzuoli).

Ha partecipato anche il Club del Toscano (Degustazione di sigari italiani a cura dei relatori del Club del Toscano).

Fino al crepuscolo, e oltre, abbiamo goduto dell’incanto del panorama lunare della Solfatara. Che dire…ci rivediamo qui a settembre!