Che si tratti di uno sfizio, una golosità, o di un piacevole snack da consumare nel corso della giornata per sanare quel lieve languore, la focaccia pugliese è l’ideale per soddisfare ogni esigenza. 

Da sola, semplicemente, oppure accompagnata con salumi e formaggi, magari con un buon bicchiere di Negramaro, è una di quelle preparazioni facili, semplici ma gustose.

Con la mia amica Laura l’abbiamo fatta così:

 

Ingredienti:

300 g di farina 00

300 g di semola

400 g di acqua appena tiepida

1 patata lessa

3 cucchiai di olio

1 cubetto di lievito di birra disciolto in acqua tiepida

sale q.b.

8 pomodorini freschi 

olive nere a piacere

origano q.b.

Olio extravergine di oliva

 

Procedimento

Schiacciare la patata lessa e mescolarla con la farina, la semola, il sale, l’olio e l’acqua.

Aggiungere il lievito mentre si stanno amalgamando tutti gli ingredienti.

mettere l’ipasto un un contenitore lievemente bagnato di olio e lasciarlo riposare e lievitare.

Quando l’impasto è pronto per essere cotto occorre preparare un adeguato contenitore ben bagnato di olio (circa mezzo dito), dentro il quale andrà disposto il panetto lievitato che deve essere steso e sitemato dentro con le mani intrise di olio.

Una volta data forma alla pizza si devono disporre sulla superficie i pomodorini tagliati a metà e le olive spingendoli nell’impasto facendo attenzione a che questo non li ricopra inglobandoli al suo interno, anche in fase di cottura. Spolverare di origano la superficie della focaccia.

Preriscaldare il forno a 250°C che, appena infornata la pizza, deve essere regolato a 180°C.

La cottura dura tra i 35 ed i 40 minuti, in funzione della tipologia del forno utilizzato. 

 

Le foto sono di Laura de Palma, la ricetta di Rossella Perilli (cui chiedo scusa per eventuali inesattezze)